Il Bagatto – Arcano Maggiore

IL BAGATTO – IL MAGO Arcano nr 1

IL BAGATTO, figura tradizionale sui mercati e sulle piazze medievali, non rappresta, in realtà il giocoliere, come del resto il Matto non è il giullare, ma il giovane iniziato alla magia. Impugna con la mano sinistra la bacchetta del comando, significatrice del fuoco primoridiale, innesco di qualsiasi azione, mentre con la destra addita gli strumenti del mestiere: il bicchiere, ovvero la coppa, simbolo dell’elemento Acqua e della sapienza; il coltello, cioè la spada, emblema dell’Aria e del coraggio; i dadi che ricordano per la forma cubica la stabilità della terra e il potere coercitivo della volontà.

Significato al Positivo
Tutto nel primo dei ventidue arcani maggiori, contrassegnato dall’elemento fuoco, sembra parlare di slancio creativo, di energia iniziale, di azione rapida e pressochè immediata. Quando nel gioco compare dritto, ancora meglio se affiancato da lame positive annuncia il principio di una nuova azione, un’impresa in cui lanciarsi a capofitto, un’opportunità da on lasciarsi sfuggire. E’ quindi legato ad un inizo, una pulsione estrinsecante, la possibilità del soggetto di agire in maniera compiuta nel proprio ambito contestuale. La possibilità di un cambiamento. Essendo una carta potenziale bisogna sempre accostarla con quella che la precede o segue,un bel bagatto potrebbe essere “sprecato” con una carta dal significato negativo. Intuito, lampi geniali, forza creativa, innamoramento fulmineo, genialità, intelligenza.

Sul piano affettivo
è l’inizio di un’amicizia o di un rapporto sentimentale, incontro importante, colpo di fulmine destinato a sfociare in un amore sincero e costruttivo. Magnetismo, potere di attrazione nei confronti dell’altro sesso, conquiste facili e numerose.

Piano professionale
inizio di un’attività che offrità al consultante buone opportunità di guadagno. Professioni costruttive e ben organizzate.

Persone
un giovane valido e intraprendente, di età non superiore ai trentacinque anni, dotato di un certo potere. Un artigiano, un cartomante, un autotrasportatore, un addetto alle comunicazioni sociali, un conferenziere, un imprenditore, un libero professionista abile, intelligente, affermato. Un iniziato alla magia operativa. Il fidanziato, il marito, l’amante.

Significato al Negativo
Il capovolgimento dell’arcano può agire in due direzioni, diverse e contrapposte. Nel senso dell’eccesso si assiste, infatti, a un’esasperazione delle qualità marziane e mercuriane del giovane e intraprendente giocoliere, infatti è il blocco di tutte le possibilità, la distruttività, l’inerzia, l’apatia, la frustrazione, una persona che inizia una miriade di progetti senza portarne a termine nessuno.

Sul piano affettivo
E’ un amore che si spegne per mancanza di attrazione, un rapporto che si incrina irrimediabilmetne. Il carattere forte del partner può essere causa di continue tensioni. Un tentativo di adescamento.

Piano professionale
Arresto o retrocessione di carriera, perdita di tempo e di energie, difficoltà di espressione e di apprendimento.

Persone
Un idividuo che parla troppo, un arrivista, un intrigante, un imbroglione, un giovane ambizioso, presuntuoso, invadente, capace di far soffrire la consultante. Qualche volta un debole, un inetto, un uomo che non crede in se stesso.

IL TEMPO
Il Mago o Bagatto determina qualcosa che avviene prestissimo quasi immediatamente, ha una durata breve e serve solo da impulso iniziale.

 

APPROFONDIMENTO 1 – IL MAGO

Archetipo e Simbolo – È il principio delle cose, è l’Uno, il sesso maschile, il fallo, il
Tempio di Dio, la primordiale materia grezza dalla quale prese vita il tutto, è la coscienza
dell’Io.

Rappresenta il principio creativo dell’intelletto. Il Mago è colui che costruisce il creato,
partendo da elementi primordiali. Lavora per creare autonomamente il proprio Io. Il
segreto di questa lama è come l’universo ebbe origine: il Caos primordiale dal quale ebbe
inizio ogni cosa, l’insorgenza del dominio sulla tempesta per trarre la sintesi alchemica che
porta alla vita, in questa lama è custodito il segreto di Dio, dell’Origine e della Creazione.

Il Mago è la sintesi del segno zodiacale dell’ARIETE che apre la stagione della
primavera, corrisponde dunque all’equinozio di primavera, 21 marzo. In questo periodo la
natura si risveglia dal lungo letargo, esplode l’energia vitale della natura in tutta la sua
luminosità, dirompendo una forte energia ciclica e inizialmente senza un ordine preciso.
L’Ariete è un segno fecondo, fertile, vitale. L’Ariete deriverebbe dal sanscrito URANAH,
cioè fuoco originario, primordiale, la scintilla che diede “vita” al tutto. Nella Tipologia
Ariete è forte la presenza dell’immagine simbolica del figlio che si sottrae al ricatto
materno, nonché la lotta con sé stessi per salvare il proprio femminile dall’antagonismo
del femminile-materno. Si riscontra, infatti, che molti soggetti appartenenti alla categoria
astrologia dell’Ariete hanno forti conflitti con la figura materna che avvertono spesso
come ostile proprio perché il SIMBOLO interno spinge queste persone a consacrare i
propri lati “femminili” (a prescindere se si è uomini o donne) per proteggerli da una sorta
di “attacco” materno. Nell’Ariete è forte anche la componente della “libido” che spesso
risulta accentuata: quindi forte carica sensuale e passionale, spesso espressa senza remore
ma a volte incontrollata e sfociante nel panico, nella frenesia e nell’angoscia. Tutti i Tipi
Ariete soffrono o hanno sofferto nella loro vita di PANICO e ANGOSCIA, elementi che
17
hanno vissuto in diverse situazioni della loro vita e che si esprimono nella incapacità di
controllare le cose. Si avverte come l’impossibilità di dominare le energie creative e vitali
intorno, tanto è che spesso possono risultare coinvolti emotivamente in situazioni di
legami sentimentali per poi dimostrare, improvvisamente, una irrefrenabile paura, spesso
immotivata, di controllare la situazione, fuggendo quindi via, senza spiegazioni. Tutte
queste situazioni sono vissute dall’Ariete a causa del suo tipico processo inconscio di
trasformazione per raggiungere un’ambita libertà: l’Ariete deve liberarsi dal Karma
genitoriale per sentirsi più “tranquillo” e più “equilibrato” con sé stesso. Per non evitare
equivoci, è risaputo che l’Ariete è un segno forte, guerriero, ama il rischio ed è coraggioso,
ma vive nel suo profondo inconscio un “parossismo” emozionale che lo fa passare dal
puro coraggio alla pura codardia! Jung definisce l’Ariete estrovertito, dunque in continua
necessità di azione al fine di realizzare i suoi progetti. In questo arcano l’Ariete sprigiona
tutta la sua potenzialità benefica (se dritta) e malefica (se rovesciata). L’aspetto astrologico
di questa lama sarà accentuata se accanto alla carta de Il Mago esce una lama che porta
con sé l’essenza di un pianeta. In questo caso avremo l’espressione dell’aspetto astrologico
pienamente e concretamente. Ad esempio, Il Mago vicino alla lama de Il Diavolo può
segnalarci il rafforzamento di tendenze autoritarie, il carattere risulterà risolutivo, ci si
libererà quindi da qualcosa che ostacola e limita l’azione. SIGNIFICATO ESOTERICO
– la preparazione, fisica e mentale, necessaria ad operare e a creare.

Parole Chiavi
Dritto – creatività, attività, produttività, azione
Rovescio – abuso, speculazione, inganno, aggressività

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

899 Chiama Ora Clicca Qui